E come ci piacciono le rose a lei? Normali, al dente o ben cotte?

Vi dico cosa hanno fatto le rose qui da noi questa primavera: dopo le abbondanti piogge hanno gettato molti rami e fatto numerosi boccioli, sono sbocciate e hanno sparso il loro profumo un po’ ovunque tra le “vinelle” del paese. Poi è venuta l’estate più o meno da un giorno all’altro. Quelle più rapide nel fiorire e sfiorire o quelle resistenti al caldo l’hanno sfangata. Quelle più durevoli e a coppa profonda, con molti petali serrati si sono cotte.
Sembrano infornate e uscite con la crosticina dorata, ad un grado di cottura “well done”.
mio cugino vincenzo, pastella