Blossom Zine numero estivo

blossomzineCome sapete ho partecipato ad una iniziativa editoriale di giornalisti e blogger, uniti per realizzare un quadrimestrale ricco di tutte quelle notizie che possono piacere al giardiniere ma anche al non conoscitore (blogger di tutto il mondo, unitevi!).
Dentro Blossom Zine trovate pensieri, racconti di giardini, ricette, informazioni sulle piante, ma soprattutto belle fotografie e tanti input visivi. Certo, ci sono anche i nicchinacchi che a me fanno fumo negli occhi, tipo i mobili a forma di pianta, ma le sabbie mobili del mercato editoriale impongono anche un occhio “mercantile” se si vuole produrre una rivista gratuita.

E già, non l’ho detto? Perché Blossom Zine è completamente gratis. La potete sfogliare online sul sito di Issu.

E’ anche una rivista che non sono tre foglietti e via, ha 72 pagine, certo, considerate che la pagina di destra, scritta in rosa, è la traduzione in inglese di quella di sinistra, quindi è una rivista bilingue: magari qualche lettore d’oltreoceano potrà leggermi nella sua lingua (è un pensiero che mi inorgoglisce…ehm).
E’ la prima rivista di questo tipo in Italia e mi sembra positivo perchè vuol dire che la coscienza del giardinaggio di buon livello sta diventando una categoria interessante per il mercato.
Il magazine è sfogliabile a Blossomzine.eu.
L’intervista che mi ha fatto Dana chiude il numero. Non riesco ad embeddarla, perciò la carico dall’ album Blossom Zine su facebook

intervista lidia zitara blossomzine summer issue

Insomma, se una dura e cruda come me ve la consiglia, almeno datele uno sguardo. La cosa che a me piace di più di questa rivista sono le foto e le ispirazioni. Anche se poi non è detto che le mettiamo in pratica, per un motivo o per l’altro, è bello farsi cullare da visioni di mondi possibili.

Un po’ di refrigerio al Gran Paradiso (calendario eventi estivi)

E’ iniziato il caldo afoso e già si desidera mare o montagna. Se propendete per quest’ultima, vi passo volentieri un consiglio da un comunicato. Si segnala che gli eventi sono rivolti principalmente ai ragazzi.
E’ una fortuna che ci siano attività legate alla nostra flora alpina, che pochissimi conoscono e quasi nessuno rispetta. Reginald Farrer ne sarebbe contento, e sarebbe ancor più contento di vedere realizzati dei veri giardini rocciosi.

Segue il comunicato:

0169_sfarfallando_fondation2012 1Le attività del Parco Nazionale del Gran Paradiso (PNGP) proseguono naturalmente anche in quota.

Se siete tra coloro che si divertono ad armeggiare con vasi, terriccio e semi, affascinati da insetti e farfalle, se conoscete alberi, fiori e arbusti per nome e amate trascorrere lunghi pomeriggi immersi nella natura, il giardino botanico alpino Paradisa di Valnontey è il vostro paradiso! Nato nel 1955, ospita più di 1000 specie tipiche delle nostre montagne e di altri gruppi montuosi di tutto il mondo.
Oltre a far scoprire fiori e piante, da metà giugno all’inizio dell’autunno, Paradisia offre a turisti e appassionati (sia grandi che piccini!) la possibilità di partecipare a visite guidate e a divertenti laboratori, un’occasione unica per mettere le mani in pasta: imperdibili i corsi che insegnano a costruire giardini rocciosi o a produrre miele, a prendersi cura dei fiori sui nostri balconi o a prelevare una talea di ramo (e a farla sopravvivere!).

In occasione della Festa Europea della Musica il 22 giugno Paradisia ospiterà alle ore 16 il concerto per violino solista e archi “Le 4 stagioni” di Vivaldi. Per il pubblico torinese sarà organizzata una giornata con partenza in pullman da Torino, visita al Giardino, pranzo e concerto.
Per info e prenotazioni: Consorzio Operatori Turistici Valle di Cogne, tel. 0165-74835

Tra le attività proposte da Paradisia, oltre al consueto appuntamento con Floralpe, corso teorico e pratico di giardinaggio alpino organizzato dal PNGP e dalla Fondation Grand Paradis per avvicinare professionisti del settore e semplici appassionati alla conoscenza degli ambienti d’alta quota e alle tecniche di coltivazione delle piante alpine nel proprio giardino, previsto per il 29 e 30 giugno, trovate:

28 giugno e 19 luglio: Sfarfallando (per bambini dai 5 ai 13 anni): alla scoperta della vita delle farfalle, delle piante e dei loro fiori preferiti, che si concluderà in un mare di disegni colorati e sfarfallanti.

5 luglio: Magiche erbe di montagna (per bambini dai 5 ai 13 anni): avvicinamento dei bambini alle piante officinali e spontanee presenti nel Giardino Botanico Alpino Paradisia, alla scoperta delle loro straordinarie proprietà curative e culinarie.

5 luglio: Cosa raccontano le piante officinali (per adulti): esperienza attiva di scoperta delle pratiche tradizionali e degli antichi saperi legati alla conoscenza e all’uso delle piante officinali; l’attività sarà accompagnata dalla degustazione di tisane artigianali.

12 luglio: Musica al parco (per bambini dai 6 agli 11 anni): primo approccio alla musica d’insieme. I bambini scopriranno come ticchettano, suonano, tonfano e frusciano i vari elementi naturali presenti nel bosco (pigne, rami, pietre) e impareranno a suonarli in gruppo in maniera creativa, formando un’orchestrina che si esibirà in un concerto en plein air.

26 luglio: Le api e il miele (per bambini dai 6 agli 11 anni): avvicinamento dei bambini al mondo delle api mellifere attraverso l’osservazione diretta delle piante e dei fiori ricchi di nettare e il riconoscimento delle caratteristiche e delle proprietà del miele. L’attività culminerà nell’ascolto di una fiaba dolce e dorata.

26 luglio: I sapori del miele (per adulti): attività alla scoperta delle tecniche di produzione del miele nel territorio del Gran Paradiso.
0105_erbe_fondation2012

Per info e prontazioni: Calendario eventi Gran Paradiso

Se qualcuno ci va, mi dica com’è.

0061_miele_fondation2012