Pulire per marcare il territorio

Qualche tempo fa ho avuto una illuminazione.
Ero in giardino, controllando che i cani non venissero importunati dai passanti (sì, nella mia vita faccio anche questo). Era un giorno particolarmente trafficato, non ricordo perchè, e i cani erano estremamente nervosi.
Il mio giardino è molto junglesco, con fronde e arbusti lungo tutto il perimetro, perciò vedermi da fuori è difficile. E sapete com’è, se la gente ti vede che circoli in giardino, ci pensa due volte prima di far sberleffi ai tuoi cani.
Così per palesare la mia presenza ho lavato il marciapiede.
Già, proprio così.
Sono uscita fuori con il tubo e la scopa, e ho alluvionato il marciapiede, in modo che impiegasse molto ad asciugarsi.
I vicini mi hanno vista e sono stati lontani per un po’, e il marciapiede bagnato è stato come una marcatura territoriale: qui non ci passate, è zona sottoposta a vigilanza.

Credo che molte abiezioni della G.M.M.M. derivino anche da questo.

Il colonnello Fitzwilliam, la “tinca”

colonnello fitzwilliam (mgm 1940) Chi è il colonnello Fitzwilliam? Non ve lo ricordate, eh? Avete letto Orgoglio e pregiudizio, ma non ve lo ricordate lo stesso. E come darvi torto?
Chi si ricorda di quel perticone cugino di Darcy che fa da tappezzeria, galante ma non raffinato, alle cui battute non ride nessuno?
E’ proprio lui, Fitzwilliam, la tinca. Continua a leggere

Don’t you know that storybook loves always have a happy ending

The Princess Bride (474)La storia fantastica potrebbe essere presa a modello di come un film riesca a portare sullo schermo un libro in parte tradendolo e in parte rispettandone lo spirito. E’ un caso notevole nella cinematografia nata da romanzo, e credo dovrebbe essere seriamente studiato dagli sceneggiatori. Continua a leggere

MAO e lo spirito del Giappone. Foto di Suzanne Held

Do brevemente notizia di una mostra fotografica di Suzanne Held che si terrà a MAO (Museo Arti Orientali) di Torino. Molti siti la propongono in questo periodo, e non mi sembra il caso di dilungarsi più di tanto. In coda vi metto i dettagli, se volete scaricarli.
La mostra è
dal 29 ottobre 2013 al 12 gennaio 2014

Chi vive in zona ed è amante dei giardini, se può ci faccia un salto, perchè Suzanne Held cercherà di cogliere lo spirito del Giappone anche attraverso i giardini.
Io invece vi metto la foto di un giardino che mi piace molto. Una volta lo feci vedere al Garden Club di Imola. Una signora esclamo: “Ma non è un giardino!”

ando-watercourt

067 Garden of Fine Arts in Kyoto (by Tadao Ando)

CS MAO Mostra Giappone
MAO mostra Giappone APPUNTAMENTI

MAO Museo d’Arte Orientale
Via San Domenico 11 – Torino
tel. 011.4436928

Orario: aperto da martedì a domenica, ore 10-18 (la biglietteria chiude un’ora prima), chiuso il lunedì
Ingresso mostra e collezioni museali: intero € 10; ridotto € 8; gratuito fino 18 anni. Per riduzioni e gratuità visitare il sito http://www.maotorino.it

Ufficio Stampa: Daniela Matteu – Tanja Gentilini tel. 011 4429523
e-mail daniela.matteu@fondazionetorinomusei.it; ufficio.stampa@fondazionetorinomusei.it