Mo’ ti spiego

Lunanuvola's Blog

Mansplaining: neologismo composto da “man” (uomo) e “explaining” (spiegazione): descrive il modo in cui un uomo parla a una donna partendo dalla sua convinzione che, qualsiasi sia l’argomento discusso, lei ne saprà al proposito sempre meno di lui: perché è una donna.

sae tut mi

In pratica, l’incastro perfetto fra la presunzione arrogante e l’ignoranza. Interagisce in questa maniera chi pretende di dirti come fare qualcosa che sai fare, cosa significa essere una donna, cos’è il femminismo, perché non sai proprio niente di quel che studi da decenni e di cui fai esperienza da una vita (buttando là nel discorso quattro acche stracche raccolte via web o per sentito dire). Il notevole personaggio che ha ispirato la composizione della nuova parola dovette essere interrotto quattro volte prima che arrivasse al suo cervello questa informazione: la persona a cui stava spiegando del tal nuovo libro, e di come lei avrebbe fatto bene a…

View original post 332 altre parole

Rosso delle bacche e bianco della neve (su Houzz)

Il mio articolo sulle bacche rosse su Houzz – continua a leggere

Crataegus viridis ‘Winter King’
‘Winter King’ è la cultivar più conosciuta e coltivata di una specie di Crataegus (biancospino) che invece è poco nota. Originaria delle zone sudorientali degli Stati Uniti, a differenza della specie monogyna, cioè quella più diffusa in Italia, presenta numerosi vantaggi, soprattutto la resistenza al calcare e ad una certa arsura.
Come tutti i biancospini, regala un’abbondantissima fioritura bianca in primavera e bel fogliame lucido e verde intenso.

Dall’autunno all’inverno offre bacche rosse che possono essere usate per le decorazioni invernali e le ghirlande. Nel tempo la corteccia assume colorazioni interessanti (lo strato superiore, grigiastro, si esfolia per mostrare lo strato inferiore, color arancio), inoltre è un albero adattissimo a piccoli giardini.

Nota: alcuni trovano l’odore dei fiori sgradevole, quindi acquistatelo quando è in fiore, in modo da capire subito se vi piace o meno.

Il giardino roccioso asciutto (su Houzz)

Il mio articolo sul giardino roccioso asciutto (Su Houzz) – continua a leggere

Gradoni di roccia
Per contenere i dislivelli, l’essere umano ha concepito una gran quantità di tecniche: dai terrazzamenti ai muri di contenimento. Il roccioso è una via di mezzo che non prevede opere edilizie (fondazioni, gettate di calcestruzzo), e solo scavi parziali, specie se il dislivello è solo su un fianco.
Grossi massi di roccia grigia fungono da gradoni. Negli interstizi si possono piantare dei piccoli cespugli decombenti oppure anche piante ascendenti o arbusti, se lo spazio lo permette.

Annaffiare un giardino roccioso di queste dimensioni è quasi impossibile, perciò se vivete in clima con estati asciutte considerate che potrebbe esserci qualche perdita. Per minimizzare questi problemi scegliete piante a bassa richiesta d’acqua.