13 giugno 2004 – La menta


Menta

Una signora molto simpatica mi ha chiesto di scrivere qualcosa sulla menta, domandandomi se esistono altre mente oltre quella piperita. La menta mi piace moltissimo, quindi rispondo con grande piacere. Come prima cosa c’è da chiarire che la maggior parte della gente crede che la menta comune sia la piperita, quella che in America viene chiamata “peppermint”, in realtà la Mentha piperita non è molto diffusa nei nostri giardini, anzi, direi proprio per nulla. La menta che coltiviamo in vaso sui balconi o sul davanzale è in realtà la Mentha spicata, la “spearmint”. Anche questo è un nome americano che però ci è molto familiare, dato che ce lo ritroviamo scritto ovunque, dalle gomme da masticare al dentifricio. E’ infatti questa la menta che viene usata per l’estrazione dell’olio essenziale e che si usa per aromatizzare cibi e bevande. La menta ha un gran numero di specie e varietà, molto più numerose di quanto non si possa immaginare, ed è proprio quel genere di pianta che fa venire la voglia di collezionarle tutte, e di metterle in fila con i cartellini di rame in bella mostra. Se volete cimentarvi nell’impresa, oltre la M. spicata, io acquisterei la M. piperita e la M. rotundifolia. Quest’ultima in particolare ha una varietà a foglia variegata molto elegante dal punto di vista ornamentale, è necessario cimarla spesso per mantenerla compatta e sarà bellissima se cresciuta in un vaso tutto per sé, o mescolata insieme a fiorellini bassi di color rosa chiaro o celesti.
Ma la menta che io preferisco è la M. suaveolens, con un delicatissimo aroma tra la mela ed il limone, anche questa a fogliame variegato. Acquistatela con sicurezza da Priola , in breve si espanderà e potrete regalarne ad amici e vicini. Sempre da Priola troverete un gran numero di specie e varietà, tra le quali avrete solo l’imbarazzo della scelta.
Dal punto di vista ornamentale la menta è una pianta piuttosto modesta, ma se anche escludiamo tutte le sue proprietà erboristiche ed aromatiche, ha comunque molti pregi. Innanzitutto quello di avere esigenze minime ed una crescita rapidissima, al punto da diventare quasi invadente. Radica facilmente per talea e si moltiplica da sola mediante propaggini sotterranee. Cresce anche all’ombra, anzi, nel nostro clima la preferisce poiché ama irrigazioni abbondanti, anche se non deperisce al sole e all’asciutto (davvero una pianta tenace!). Per tutte queste sue virtù è un’ottima pianta tappezzante che chiede poco e dà molto. E poi basta sfiorarla mentre si cammina per il giardino che si alza un profumo soave che alleggerisce il cuore e lo spirito!
Dal punto di vista erboristico è molto usata per aromatizzare tisane e come disinfettante, le sue proprietà digestive e stimolanti sono conosciute sin dai tempi dell’Antica Roma. L’olio essenziale di menta aiuta contro il raffreddore ed il naso chiuso, e qualcuno dice che allevi il mal di denti (dipende molto dall’entità del mal di denti…). Gli Inglesi usano la menta in un piatto tradizionalissimo: l’agnello in salsa di menta, come dire per noi la parmigiana di melanzane. Immagino che sarà un piatto molto gustoso, ma non credo che possa competere col nostro sformato di zucca rossa e menta, che si prepara soprattutto nel vibonese, o con le melanzane alla mentuccia. Il tè alla menta è tanto conosciuto da non necessitare ulteriori celebrazioni alla sua squisitezza, ma ricordate che può aiutare ad avere un alito più profumato. La menta può essere usata anche nei pot-pourri e per profumare la casa e la biancheria. Essiccata perde quasi completamente il suo aroma, perciò è necessario rafforzarlo periodicamente con qualche goccia di estratto essenziale: tutto ciò che sarà stato così profumato avrà una deliziosa aria di buono, di fresco e di pulito.

2 pensieri su “13 giugno 2004 – La menta

  1. Sto coltivando 8 tipi di menta, perchè ha una capacità di vivere strepitosa e da delle spelendide emozioni profumate.
    Vorrei sapere qualcosa di più sulle altre mente ed anche di ricette.
    So che è un campo quasi sconfinato, ma è una bellezza maneggiarle!

    • Purtroppo il catalogo Priola, da cui mi servivo per le aromatiche più insolite, è davvero sguarnito di questa specie.
      per le ricette non saprei, cucinare non mi piace e ho esaurito tutte le ricette che conosco in quest’articolo. Ti metto un link che sicuramente ti interesserà
      http://www.giallozafferano.it/ingredienti/Menta
      Per quanto riguarda l’acquisto a questo punto mi trovo in imbarazzo: la miglior cosa sarebbe cercarle in qualche fiera come Murabilia o Landriana, mentre anche i cataloghi di aromatiche ne portano poche. La cosa mi sembra strana perchè pochi anni or sono erano molto di moda.
      Potresti provare presso i Fratelli Gramaglia
      v. Borgo Dora
      10093 Collegno
      tel. 338/58.18.032

      Il famoso Le essenze di Lea ne porta solo un paio, e il vivaio Noaro, una sola.

      Mi sa che ti tocca andare alle fiere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...