I tulipani olandesi e la smorfia napoletana


Aiuto, Dottor Green!
Ti racconto cosa mi è successo: una mia giovane nipote è andata a fare una vacanza-studio in Olanda e al ritorno, in settembre, mi porta una confezione formato famiglia di bulbi sfusi contenente giacinti, tulipani, iris, narcisi, allium, muscari, Pusckinia, anemoni e crochi. Ma un po’ per gli acciacchi ricorrenti nei mesi invernali, un po’ perché sono stata impegnata a preparare i dolcetti di Natale da distribuire ai parenti, questa scatola di bulbi è rimasta chiusa nel ripostiglio. Ora non so più cosa fare: se la mia nipotina viene a farmi visita a Pasqua penserà di trovare il mio terrazzino tutto fiorito, e non vorrei deluderla. Faccio ancora in tempo a piantarli adesso, magari forzandoli? E se mi riesce il colpo gobbo, a che distanza li devo sistemare, e in che condizioni di luce e umidità, per potermi garantire anno dopo anno una bella fioritura profumata? Devo usare la “terra gel” per nutrirli meglio?
Clara, Napoli

Narcisi Minnow

Qua ci sono tutti gli ingredienti per una piccola tragedia familiare alla Luciano De Crescenzo. Ormai è troppo tardi per pensare che i bulbi a fioritura primaverile, interrati adesso, possano fiorire. Con buona pace di tua nipote, quando aprirai la mega-confezione molti bulbi saranno ormai disidratati. I tulipani –poi- fioriscono tra aprile e maggio, ma prima hanno bisogno di 10 settimane di freddo, e immagino che a Napoli il peggio sia passato. Inutile forzarli in frigo, poiché il passaggio al caldo esterno sarebbe troppo brusco. In vaso i bulbi fioriscono bene solo il primo anno, tulipani e giacinti si perderanno, invece Muscari, anemoni, narcisi, iris, allium e crochi si manterranno più a lungo. Tu pianta tutto subito in vasi non troppo grandi (30 cm Ø), alla profondità di 10 cm, in piccoli gruppi ravvicinati, in terriccio argilloso misto a ghiaia grossolana, con una manciata di concime per pomodori. Sistemali in posizione definitiva, ben al sole e dove possano prendere le piogge primaverili. Non mettere stallatico, concime organico o “terra gel”, che va bene per le piante che preferiscono l’idrocoltura, non per i bulbi.
Fatto questo, puoi solo aspettare e ingraziarti la Dea Bendata. Secondo i miei calcoli “coltivare i fiori in vaso” fa 31 e significa “ambizioni eccessive” (vederli fioriti senza averli neanche piantati). “Nipote” fa 20 e vuol dire “passi falsi” (le distrazioni avute in autunno). “Sciatica” fa 77 e dice “stati emotivi da controllare” (le tue speranze eccessive), però curarsela fa 18 e indica “riconciliazioni coi parenti” (la nipote delusa). “Natale” fa 25 e hai una bella cinquina vincente. Con la vincita comprerei in primavera dei bulbi fioriti in vaso, da sistemare in cassette e vasi sul balcone, spacciandoli per essere quelli provenienti dalla mega-confezione olandese.

Il testo è leggermente diverso da quello pubblicato su Casafacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...