8 agosto 2004 – Proggettare un giardino parte I


Progetto di un giardino

Progettare un giardino –diciamoci la verità- è una cosa che non fa nessuno, tranne i landscape designer o i progettisti del verde. Qualsiasi libro serio vi dirà che la prima e più importante delle cose da fare è usare carta e matita per progettare un’aiuola o una bordura. Questo è senz’altro vero nel caso che il giardino sia grande e ancora tutto da fare: decidere il percorso dei viali, la posizione del patio, della veranda, di muri, di siepi o di alberi, è qualcosa che richiede sangue freddo e ponderazione attenta. Ma la maggior parte delle persone normalmente si trova nella situazione di avere un giardino piccolo e già avviato, con alberi già cresciuti, siepi fitte e cespugli belli grandi. La progettazione con carta e matita diventa quindi un po’ ridicola: quel che ci vuole veramente è un attento esame delle piante e delle fioriture durante la stagione, e decidere cosa si può fare per migliorare lo schema preesistente. Carta e matita sono utili ma non necessarie, soprattutto se avete buona memoria. Il metodo giusto di procedere è simile a quello che adottereste se voleste cambiare arredamento ad una stanza. Innanzitutto dovete stabilire quanto volete spendere, quanto tempo avete da dedicare al giardino, ed a quale uso lo destinate. Potete fare un progetto a manutenzione molto bassa, in questo caso scegliete piccoli alberi da fiore e arbusti medio-grandi, che non necessitano di troppe cure o irrigazioni frequenti. Se invece avete molto tempo a disposizione, allora potreste usare molte erbacee perenni o annuali, che richiedono cure più frequenti, concimazioni specifiche e spesso anche irrigazioni abbondanti. In ogni caso cercate di rendere dinamico lo spazio a vostra disposizione usando diversi materiali per la pavimentazione, alternati e combinati tra loro per misura, forma e colore, come fareste per tende e tappezzeria. Dovrete anche decidere a che uso volete destinare il vostro giardino. Se avete dei bambini dovrete ovviamente lasciare un ampio spazio erboso o pavimentato (in questo caso sarebbe meglio scegliere una pavimentazione anti-trauma che in seguito potrà essere rimossa e sostituita con un’altra più elegante) e lasciare che le piante crescano ai bordi del giardino. Se amate ricevere ospiti dovrete provvedere ad un numero di panchine e sedili sufficiente, lasciare uno spazio per un grande tavolo e molte sedie e ritagliare uno spazio per il barbecue, il più vicino possibile alla cucina. Se amate il relax allora pavimentate un ampio spazio con parquet da esterno, e inserite almeno un albero a fusto alto che faccia una buona ombra in estate (come il gelso sterile). Non sottovalutate mai l’importanza di considerare la posizione del giardino in rapporto ai punti cardinali e rispetto ai venti. Non fate lo sciocco errore di posizionare a Nord piante che necessitano di luce, come le rose, oppure in sole pieno piante che desiderano un po’ di acqua e frescura, come le ortensie o i rododendri. A questo scopo è fortemente determinante conoscere un buon numero di piante e le loro esigenze colturali, perciò i libri sono assolutamente indispensabili. Sapere di ogni pianta forma, portamento, dimensioni, colore dei fiori, delle foglie e periodo di fioritura, ci mette nelle condizioni di sapere subito, immediatamente appena guardiamo una aiuola che non ci convince troppo, quali cambiamenti, aggiunte o sostituzioni bisogna apportare. Il numero di piante ornamentali è enorme, e fermarsi a quelle solite e conosciute è un vero spreco ed un peccato.
Conoscere le piante ci dà la possibilità di avere fiori per tutto l’arco dell’anno dato che alcune piante sono molto appariscenti solo per periodi limitati, è quindi necessario affiancargliene altre per alternare le fioriture, in modo che ogni aiuola abbia un buon numero di piante fiorite in ogni stagione.
Vi consiglio ancora una volta l’acquisto del “Dizionario delle piante ornamentali” UTET Garzanti, oppure un giro su Amazon , il più grande negozio virtuale di libri. Ma anche più semplicemente acquistate il piccolo ma preziosissimo volumetto Idealibri “Piccoli giardini”, una vera miniera di informazioni ed idee ad una spesa veramente piccola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...