Bomba di semi per #natalealverde

natalealverde
Sono nuovissima di questa iniziativa blogghica, e quando Simonetta mi ha mandato il link della bacheca Pinterest ho pensato subito di fare “armi e ritagli” e tirarmi indietro.

Il miei fasti di ragazza-fai-da-te e cuciniera sono trascorsi da un bel po’, e basta farmi vedere una padella per mettermi in fuga.

In più non ho un accidente di soldi, e mi seccava spendere per una cosa che avrei dovuto solo fotografare per appiccicarla sul blog.
Tra l’altro c’era la faccenda della spugna, a tormentarmi.
Già, la spugna.
Sapete quelle spugne di rete di plastica colorata? Quelle legate al centro, che formano una palla? Quelle che costano un euro o giù di lì, e tolgono tanto bene il sudore incatramato? Ecco, quelle.
Da mesi ne tenevo una, a cui era volato via il nodo centrale, con l’intento di farci qualcosa. Una retina di plastica non si butta via, può servire a un sacco di cose: a conservare i bulbi in inverno, se vivete in zone fredde dove occorre toglierli da terra. Può servire come contenitore in molte occasioni, per le cipolle, la frutta, anche per i sassolini preziosi del mare, le conchiglie, le biglie, i soldatini di stagno, per metterci dentro semi e arachidi da dare agli uccellini.
La comodità è che basta agganciarla a qualcosa per appenderla, senza troppi problemi.
Lo scomodo è che un solo strato è troppo leggero.

“Faccio qualcosa con la spugna”, era il tarlo di questi giorni.
Ho pensato a un cesto sospeso, maaaaa… be’, non era davvero un granché: ve lo sconsiglio.
La cosa importante è tagliare il tubo in tanti pezzi uguali (io ne ho fatti solo due) e inserire un pezzo dentro l’altro, come una serie di calzini, in modo da avere una maggiore tenuta e una trama più fitta. Annodate di sotto con un elastico.

Visto che come hanging basket funzionava male mi sono detta: “Qualcosa di meno impegnativo esteticamente, ma funzionale. Faccio una bomba di semi”. Anche perchè voglio colonizzare il terreno dietro casa, che è stato recintato.

Per farla ho comprato solo un rotolo di rafia rossa, ma se avete in casa un nastrino, o anche un elastico, va benissimo. Io avevo una spugna arancione, ma se ve ne ritrovate una verde, sarà il massimo dell’abbinamento.

natalealverde_bassa (8)

natalealverde_bassa (2)Ho raccattato quel che mi sembrava più utile dal giardino: un’anforetta rotta, delle foglie secche e del terriccio.
Ho preso una bustina di semi di convolvolo, che regge bene ad un certo secco e che si diffonde in maniera spontanea, ma avrei potuto usare speronella, nasturzio, lino selvatico, ipomea, cosmea e molte piante annuali dalla fioritura primaverile, per evitare il caldo estivo che porterebbe a morte una pianta non accudita.

natalealverde_bassa (4)

Ho usato il coccio dell’ orcetto come base per la bomba (anche se atterrando si rompe non fa niente, i semi germineranno comunque). Poi l’ho foderato con foglie secche, e ho messo nell’incavo un po’ di terra qualunque.

natalealverde_bassa (18)

Ci ho poi versato una mezza bustina di semi e altro terriccio. Ho richiuso le foglie, comprimendo. Poi ho infilato tutto nella retina, richiudendo con la rafia rossa, tanto perchè è Natale, ma basta uno spago o un elastico.

Praticate qualche buco per agevolare la fuoriuscita dei germogli e la bomba è pronta per essere lanciata.

natalealverde_bassa (12)

Partecipano all’iniziativa #natalealverde i seguenti blog:

Aboutgarden
Art and craft
Cakegardenproject
Centopercentomamma
Comida De Mama
Con le ballerine verdi
Dana garden design
Giato Salò
Home Shabby Home
Hortusinconclusus
Piccolecose
4piedi&8.5pollici
Quattro toni di verde
SalviaeRosmarino
Shabbychicinteriors
Shabbysoul
Ultimissime dal forno
Un giardino in diretta
25mqdiverde
Verdeinsiemeweb
Il Castello di Zucchero
La malle de maman
L’ortodiMichelle
Non solo stoffa
Orti in progress
Ortodeicolori
Passeggiandoingiardino
Piciecastagne

12 pensieri su “Bomba di semi per #natalealverde

  1. Sei una vera intenditrice di spugne. Anch’io uso quel tipo, anche se si snodano un po’ troppo presto. Arancione così puoi farne una bomba per tutto l’autunno. Pare una zucca.
    Solo una cosa però, ricordiamoci di ripassare a recuperare la rete in plastica dal terreno!

  2. bomba perfetta! Anche io conservo le retine per metterci il mangime degli uccelli o gli avanzi di sapone, non ho mai pensato di farne bombe!!!
    Però la tirerei volentieri in testa a qualcuno, anche il coccio avrebbe il suo perché!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...