5 pensieri riguardo “Post scriptum

  1. e invece ha perso anche la lega,
    la lega non ha aumentato i suoi voti, anzi li ha diminuiti,
    solo che percentualmente con gli elettori PD e PDL in grandi simpatia astensioniste, l’unica che si è raffarzata è stata la lega.
    in pratica non cambia niente, tutto uguale, il totale immobilismo.
    e tutti ha dire che hanno vinto.
    come in quella storiella che uno fa le puzze e si alza con la voce d’angelo a dire … ah ma che puzza, ma chi è stato?…
    ecco uguale, tutti che hanno perso ma si alzano a dire … ahh ma guarda come hai perso tu, che hai perso più di me…
    (scusa mi mi vengono dei commenti solo corporal-popolari ultimmente)

  2. E’ stata determinante secondo me la stanchezza e il rifiuto di una politica così indeterminata, di non intervento su una società in crisi.

    Il successo della Lega non è nei voti, ma nel fatto che sta realizzando l’unificazione della Pianura Padana sotto il suo comando. La Lombardia è accerchiata, mentre la base leghista sono di fondamentale ispirazione della coscienza politica. Quando la Lega avrà conquistato Milano e le città dell’alta Emilia, il Nord sarà compattato sotto un’ispirazione politica unitaria.

    E’ questo il cambiamento principale del Nord che avrà riflessi importanti anche al Sud, dove spingerà alla riunificazione delle regioni ex-borboniche e influenzerà la classe politica a favore di una migliore gestione della cosa pubblica.

    A Siderno c’è stato un non prevedibile flop del comando mafioso, dovuto -credo – al disinteresse dei vertici della cupola nei confronti degli esponenti politici in lizza.
    Questo non significa un declino della mafia, perchè finchè ci sarà droga ci sarà mafia (è la droga che fa la mafia, non la mafia che fa la droga). Posso pensare che la pressione mafiosa si orienterà verso i nuovi vertici del comando politico. Ma mi viene un altro sospetto, che la mafia, sapendo come tutto sia transitorio, ha voluto lasciare libero il popolo votante. Non è una follia, nè un esame di coscienza da parte della mafia: è una ben studiata tattica politica, che vuol dire una sola cosa chiunque essi siano, ce li compriamo noi .

  3. Trovo molto interessante la tua tesi. In effetti siamo in un momento di transizione.
    B. comincia ad essere in declino, e per la mafia credo sia ormai un tipo troppo vistoso. Quando i giochi saranno più chiari appoggeranno i nuovi referenti. Per il nord il “celeste” Formigoni è già perfetto e dunque la Lega sta cercando di scavalcarlo ingraziandosi il Vaticano con le dichiarazioni di Cota sulla pillola abortiva e sui gay.
    Seguiamo con attenzione gli sviluppi.

    1. Beh, mi auguro che il consolidamento del Nord spinga il Sud non solo ad una compattazione, ma anche su una linea di serietà politica.
      Intanto voglio dire solo una cosa sulla Chiesa: il nostro Papa ha un atteggiamento da integralista talebano. Sta facendo la politica del: “Tutti i commerci devono passare prima da noi, la religione poi si vedrà”.
      Ho saputo che la pillola abortiva viene distribuita in Italia solo da una casa farmaceutica, è chiaro, data l’entità dei guadagni in gioco, che forze politiche potenti come il Vaticano vogliano perlomeno tentare di controllare questo mercato.

  4. beh si interessanti ambedue i tuoi punti di vista, anzi ambetrei.
    guarderò i prossimi avvenimenti alle luce di quel che hai scritto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.