Antonia lotta contro Mafalda

Abbiamo una biscia in giardino. L’abbiamo sempre avuta, da che mi ricordo io. L’estate si fa vedere qualche volta e noi saltiamo su e ci spaventiamo, ma poi diciamo sempre: “Ma che vuoi che sia, una biscetta d’acqua, mangia i topi e le zanzare” e poi concludiamo con la proverbiale frase: “Ha più paura lei di noi che noi di lei”.
Con il caldo il giardino è quotidianamente frequentato da mio padre e dai fisioterapisti, che ce lo portano per irrobustirlo. La signora ha visto la biscia e si è spaventata: ha un’idea di giardino diversa dalla nostra.
Mia madre, colpita nel vivo di buona padrona di casa, si è sentita in dovere di eliminare la biscia, o perlomeno di limitarne la libertà. Ha perciò deciso di radere al suolo le erbacce, i rimasugli dei nasturzi, le foglie secche dell’agave, di abbattere i malvoni, gli acanti, i cardacci e gli altri fogliami, di rastrellare le arance e le more cadute, le foglie secche per l’arsura.
Io la lascio fare, tanto so che l’anno prossimo ci sarà nuova vegetazione, e se Gilles Clément volesse vedere un giardino in vero movimento, che venisse a casa mia: basterebbe solo mia madre per fargli venire un giramento di testa.

Mia madre parla della biscia chiamandola “Mafalda”.
“Mafalda ha fatto i piccolini”, “Mafalda si è ingrassata: ha mangiato un topo intero”, “Ma lo sai che Mafalda è anche il nome della moglie di Giulio…ah, no, la moglie di Giulio si chiama Adelaide”.
Mafalda qua, Mafalda là.
Mafalda è un argomento di conversazione a casa mia.
A dire il vero non so se la Mafalda dei miei tempi è la stessa Mafalda di adesso: non so quanto campi un serpente.
Mafalda. Ma che razza di nome.

8 pensieri riguardo “Antonia lotta contro Mafalda

  1. Leggo la tua storia di Mafalda e penso alla nostra di Fido.

    Sono ormai una decina di anni che tutti gli anni Fido gironzola per il giardino, ogni tanto è accompagnato da piccoli figlioletti, quindi temiamo che sia più una Fida che un Fido, temo però che non andrebbero daccordo con la vostra Mafalda: Fido è un riccio.

    1. Pure io avevo dei Fidi. Solo che il mio fido-fido (Zaira prima, Bibo poi) se li sono fatti fuori. Non esiste niente di peggio di un cane per i ricci. Il cane è una devastazione in giardino. Quindi senza Fidi, Mafalda ha campo libero.
      I Fidi mi mancano molto. Non c’è animaletto più gradevole da avere in giardino che il riccio.

      1. uguale per me,ne ho salvato uno dalle fauci di Clinton( il cane di Giovanni) la scorsa estate.Un vero peccato sono animali tra i più belli da avere in giardino,utilissimi è vero, ma anche servissero solo alla contemplazione..Di Mafalde ( Antonia è un genio ) ne ho famiglie, depongono le uova nelle vasche della sabbia dietro casa,sono sempre molto attenta e cauta quando mi serve un pochino di sabbia per le grasse..Ci sono pure molti ramarri,meravigliosi, smeraldini ma graditi ai gatti,accidenti!! Ti mando le foto del riccio,vuoi? Vero il cane è parente di Conan il barbaro in un giardino, ma che fare? nulla, te lo tieni,lo ami e piangi di nascosto……..sennò lo turbi!

  2. Lidia hai mai scritto un post o un articolo sul giardino su misura per i cani? ormai hai maturato una notevole esperienza!
    Anche a me i ricci piacciono molto, invece riscordo che mia nonna li uccideva (SOB!) perchè asseriva che possono uccidere le
    saluti

    1. Infatti mi devo applicare sulla questione. Adesso sto scrivendo un grosso articolo sui meadow gardens, che mi piglia molte energie e vedrà la luce tra un bel po’, ma poi mi devo dedicare a quello sui cani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.