9 pensieri su “Terza domanda

    • Non esistono per definizione, appunto a meno che non si globalizzi il localismo, come dice Fizzi più giù.
      Allora mondializzare (evitiamo la parola globalizzare) il localismo può essere una risposta?

  1. le soluzioni ai problemi locali non possono essere per definizione soluzioni globali.a meno che non si affronti il problema locale in maniera globale.
    So di un giardino ( un orto giardino ) che ha un sacco di problemi locali, in quel tratto di mondo è successo di tutto, manca la scabbia e il settimo flagello,tu che diresti? Cerchiamo una soluzione globale? Giusto. Cerchiamo una soluzione locale? Giusto.
    E siamo daccapo…mumble mumble.
    Il futuro del giardino della terra lo vedo bieco,non dipende da noi,perchè per quanto si cerchi di risolvere problemi globali in maniera locale o viceversa, c’è sempre il coglione di turno che distrugge ogni cosa.
    Se abbiamo anche solo un pezzetto piccolino di giardino teniamolo bene,difendiamolo dai coglioni di turno.
    Sicuramente non avrò l’ammissione alla università per anziani,vero?

    • Professoressa Fizzi, la prego, venga a Roma, che alla Luiss è vacante la cattedra di Filosofia dell’economia domestica.
      Solo Lei con l’acutezza e le geniali elucubrazioni su il futuro prossimo passato dei giardini di casa, nonchè orti e ricoveri per anziani malati del narciso della super cassola, potrà insegnare ai nostri giovani rampolli, futuri capitani dei nostri migliori governi, l’intimo significato della globalizzazione locale. Le bacio doverosamente mani e piedi (il resto no). In attesa

  2. qua.lche killer ?
    Senza scherzi,vuoi un esempio di c.d.t ? Quelli che in langa e monferrato stanno ricoprendo terreni agricoli fertili ma dichiarati non tali (echeccevò,qualche liretta?) di pannelli solari.
    Poi quello che cementifica km di terreno per allevare intensivamente 15.000 polli,poi piove un pochino più della norma i polli affogano tutti e lui piange.Ho avuto un pensiero di pietà solo per i polli.

    Signora Lucilla non mi prenda in giro che son moschina….

    • Gentile signora moschina, le propongo di fondare con me il”Movimento della craquelure del pannello solare a terra” e della “Liberazione dei polli”. Ma non sto scherzando. Cara moschina, hai toccato due situazioni che hanno creato in me una vera fissazione. Io ci metterei anche la pala eolica, da trasformare in un grande tiro allo pseudo-piccione. Beng.. beng.. beng.. Pam! Baci.

  3. Gentile Lucilla, il mio sogno è far craquelare i pannelli a terra da milioni di polli quindi propongo una fusione anche provvisoria dei due movimenti.
    Per il resto, pale eoliche piccionesche? no. i piccioni no, facciamo piatti,piattelli? non so sparare e sono pure miope.
    Moschina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...