Terrore e delirio a Siderno

La cosa forse più straordinaria e inquietante della vicenda che vi sto per raccontare è che gli eventi si sono svolti in pieno giorno.
Ovviamente nessuno si aspettava che nella pur tragicamente famosa cittadina di Siderno, si verificassero eventi simili a quelli che mi accingo a descrivervi.
Per tre minuti, 180 secondi, delle gocce d’acqua sono cadute dal cielo e uno nembostrato ha sorvolato la cittadina, soffermandosi sulla chiesa.
La nube era di insolite dimensioni e viaggiava controvento, eseguendo rapide manovre a zig zag e a esse. Dovunque passava rilasciava gocce di liquido chiaro e trasparente, inodore, insapore e incolore.
Mentre scrivo sono sommersa da rilievi scientifici che hanno appurato che il liquido si è rivelato essere acqua distillata in cui sono presenti dei patogeni altamente contagiosi che hanno prodotto gli effetti catastrofici di cui avrete già sicuramente avuto notizia da tutte le televisioni del mondo.
Sembra infatti che il gruppo di patogeni provochi una mutazione teratogena a livello di RNA messaggero e in seguito di DNA, trasformando di fatto i Sidernesi in Svizzeri.
La sequela di eventi che si sono svolti in rapida successione ha lasciato impotenti le Forze dell’Ordine, i politici, i giornalisti e i preti, classi notoriamente restie a qualsiasi trasformazione in senso positivo.
Orde di spazzini si sono rovesciate sulle strade ripulendole, mentre mezzi meccanici provvedevano alla rimozione dei cumuli di rifiuti di cui siamo stati invasi grazie all’ecomafia. La cittadinanza al volante ha improvvisamente iniziato a rispettare i segnali stradali e ha smesso di utilizzare il clacson, provocando un silenzio mortale per le strade. I cani passeggiavano al guinzaglio sulla spiaggia e le radioline erano spente. La gente si esprimeva nel modo più cortese immaginabile rivolgendosi reciprocamente saluti ed auguri, sorridendo. Qualcuno, su cui il virus deve avere agito in maniera particolarmente virulenta, ha anche preso la bicicletta per fare la spesa. Altri sono stati ricoverati perchè non volevano più fumare, e i bambini(soggetti molto sensibili) hanno smesso di gettare in strada le carte delle caramelle.
Il caso più eclatante è stato il fatto che la signora de Rossi abbia chiesto scusa alla signora De Bianchi, e la signora De Bianchi alla signora De Rossi. Questo ha gettato nel panico le cittadine vicine per ora fortunatamente non contaminate, protette da un cordone sanitario a quanto dicono impenetrabile.

Nessuno esclude che l’evento possa ripetersi perchè la minacciosa nube è ancora presente nel cielo di Siderno.
Confidando sulla nostra immutabilità conferitaci dal potere dell’Ordine dei Giornalisti, cercheremo, per quanto possibile, di aggiornarvi sugli eventi.

Per ora passo e chiudo.
La vostra corrispondente da Siderno

21 pensieri su “Terrore e delirio a Siderno

  1. Purtroppo, spesso purtroppo, in Italia, ma non dappertutto, l’ordine e la pulizia sono confusi con la guerra batteriologica, con l’estirpo totalr di ogni essere vivente. A Roma sono pulitissimi: i giardini sono ormai fatti di cemento e i platani si potano totalmente a luglio agosto, così non sporcano le strade in autunno. I cigli delle strade e delle ferrovie vengono ben innaffiai di diserbante… tutto ciò ovviamente una volta all’anno. Giusto! Perchè mai sprecare tempo e lavoro ? E non mi lamento tanto per lamentarmi.

    • E’ realtà: non avete sentito le ultime sulla CNN!? La trasformazione in Svizzeri è durata solo poche ore, data l’esiguità del liquido emanato dalla nube, che -evidentemente constatato che per Siderno non c’è speranza- ha battuto in ritirata con una manovra a tonneau, seguita da un’impennata velocissima che l’ha portata fuori vista.
      Credo che sia andata a cercare maggior fortuna in altri paesi.

  2. Accendete la radio. Stanno dando la notizia ora, milioni di Italiani si sono messi in strada in queste ore, tutti alla ricerca del luiquido benefico caduto dalla non bene identificata nebulosa. La questione è seria e il caos sta paralizzando il paese, perché il fenomeno colpisce dove meno te lo aspetti per poi riapparire chissà dove. Così via, tutti dentro la Salerno-Reggio per poi uscire al primo casello, chi addirittura scavalcando il guard-rail a piedi, in direzione opposta. Ieri l’altro qui sono cadute due gocce di pioggia; presi dall’euforia due insanabili camice verdi hanno suonato il campanello ad una famiglia dalle camice marroni, invitandoli a prendere il caffè a casa loro. Due camice rosse hanno aiutato due camice azzurre che cercavano nel manuale come si fa a riparare la ruota bucata della bicicletta. Poi ancora due camice bianche in preghiera aspettavano che il vento passasse. E’ successo un gran casino perché poi quel diavolo del Bepi ha assaggiato il liquido tenuto sul palmo della mano e ha capito si trattava di acqua, quindi pioggia, normale pioggia come sempre e per giunta senza strane nubi zig-zaganti. Allora niente -effetto Siderno- e giù tutti a prendersi a schiaffi. Le camice verdi alle camice bianche, le azzurre alle rosse, le rosse alle bianche e le bianche alle verdi, mentre le marroni si grattavano la testa. Povera Italia.

    • Oggi il fenomeno si è ripetuto in misura minore, anche se non sono stste avvistate nubi di grossa taglia, ma solo un cirro che sembrava uno scovolino per bottiglie. Il bar Aquila continua a servire la granatina perchè dopo il primo evento è stato benedetto dal vescovo, il che l’ha messo al sicuro da eventuali cambiamenti di stato, anche se qualcuno sostiene di aver sentito odore di torta sacher provenire dalle cucine

    • vedi:
      Poco fa è accaduto un evento strano: il cielo si è rabbuiato, si sono sentiti dei rumori fragorosi accompagnati da luci intermittenti. Dopo un po’ delle grosse gocce d’acqua hanno iniziato a cadere dal cielo.
      Il violento fenomeno, che ha interessato la troposfera per all’incirca sette minuti, è di origine ignota, di certo non si tratta di un evento naturale conosciuto.
      Studiosi sidernesi si sono riuniti in un vertice per studiare gli accadimenti e poter concludere se si tratti del primo di una serie di segnali catastrofici che annuncino l’apocalisse, se sia una manifestazione divina di qualche natura, o se l’origine sia aliena.
      Nella speranza che non sia il preludio della fine, e se saremo ancora vivi, scriveremo sull’evolversi della situazione.

      • Oramai la stampa locale ha già dato un titolo all’evento occorso nel pomeriggio di oggi: “I sette minuti che hanno terrorizzato Siderno”. A parte gli allarmismi, di cui non vogliamo renderci complici, non possiamo non evidenziare come il turbolento evento troposferco abbia letteralmente sconvolto la piccola cittadina del basso Ionio. Migliaia le chiamate di soccorso […]

    • …di recupero crediti, magari….con tutti i buchi nei conti dell’amministrazione pubblica.
      Il cervello non l’abbiamo mai avuto. Abbiamo tentato di bercelo tanti anni fa, ma abbiamo constato di essere nati senza. Ad ogni modo, ad un cervello bevuto preferiamo un chinotto, possibilmente con un cucchiaio di granita al limone e un goccio d’acqua frizzante.

  3. No, non hanno più benza. Non ti preoccupare Lidia, Roma sta diventando una sorellona di Siderno. In più qua ci stanno taglieggiando tutte le mafie. Tutte! In fin gli anziani circolano a taglieggiare. In fin gli ex poliziotti. E bravo Alemanno che ha fottuto Veltroni con l’aiuto del Papa proprio per via della sicurezza! Lui sì che è capace di fare cappotto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.