Improvvisamente a Capofilico l’estate scorsa

Qualche giorno fa a Capofilico hanno mietuto l’avena: è segno che si apprestano ad appiccare gli incendi annuali. Capofilico è sempre stata la mia riserva di caccia per fotografie di piante spontanee in un ambiente antropizzato.
La bellezza della flora calabra mediterranea è matura come un frutto da cogliere. Oltre queste poche settimane che ci separano dal caldo intenso, avremo campi secchi, luce accecante, foglie accartocciate dall’arsura. Ci può venire in consolazione qualche brano di Montale : in pozzanghere mezzo seccate agguantano i fanciulli qualche sparuta anguilla.Le viuzze che seguono i ciglioni immettono negli orti, tra gli alberi dei limoni.
La primavera si trasforma velocemente in estate, e l’estate matura improvvisamente, diventando una serie di giorni invivibili per il caldo e l’afa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 pensieri su “Improvvisamente a Capofilico l’estate scorsa

    • Purtroppo no, è la casa di un amico, amico anche lui dei cani, dove spesso ho portare a fare sgroppate Pappiralfi e Bibo, prima che si aggiungessero Bassotto e Amdreino George.
      Un giorno abbiamo camminato tanto che Bibo s’è buttata all’ombra di un albero è ha parlato (i cani sanno parlare benissimo, quando vogliono). Ha detto: cazzo, se non mi portate indietro a braccio non ci torno a casa.
      Testuali parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.